Vacanzaofferte

Vita da turista, come scegliere le strutture alberghiere

La figura del travel blogger, è diventata ormai un punto di riferimento per
i turisti che si accingono a scegliere, senza il supporto di un tour
operator, la meta turistica e le strutture alberghiere.

Far diventare la “vita da turista” un vero e proprio lavoro di certo non è
semplice, motivo per cui abbiamo deciso di darvi qualche piccolo consiglio
che potrebbe aiutarvi in questo ambito professionale.

Turista tipo, consigli sulla fidelizzazione

Ciò che caratterizza la figura del travel blogger, senza ombra di dubbio, è
il contatto costante con i follower attraverso i social network. La maggior
parte delle persone che intraprendono questa strada professionale, in un
primo momento lo fanno per passione, non a caso diversi di loro hanno
dichiarato di vivere felicemente “con la valigia in mano”.

Il tutto solitamente parte da un racconto fotografico e video, quasi una
vera e propria esigenza comunicativa che si riversa sui social network,
come Instagram, e in una fase successiva si riversa tutto in un contenuto
affidato invece ad un blog che porti la vostra firma. Questo genere di
attività vi permetterà di fidelizzare il rapporto con i follower che vi
prenderanno come punto di riferimento da “turista tipo”.

Ecco qualche utile consiglio per la struttura di un blog “da viaggio”:

  •  Stilare il maggior numero di informazioni possibili sulla meta che avete
    visitato. Raccontate tutto facendo riferimento alla storia della città, la
    cultura, i posti dove poter risparmiare per lo street food o i locali in
    generale.
  • Successivamente raccontate ai vostri lettori come avete soggiornato nella struttura alberghiera, spiegando nel dettaglio come e perché sia stata la vostra prima scelta. Un esempio pratico per capire quanto stiamo dicendo può essere rappresentato dalla città di Roma. Nel momento in cui si organizza un viaggio nella Capitale si cerca sempre una struttura alberghiera che possa avere una posizione strategica, come la zona degli hotel in via Nazionale.

Arredamento e gestione dell’hotel

Quanti di voi hanno paura di imbattersi in hotel fatiscenti, dove mancano
le basi necessarie per l’arredamento e la gestione? È inutile negare che
sono tantissimi i turisti che spesso si lamentano delle condizioni della
struttura alberghiera prescelta. Quanto detto però, non significa che si
può porre un rimedio.

Innanzitutto, il consiglio che ci sentiamo di darvi in questo caso è quello
di far riferimento a delle strutture alberghiere note nel campo già da
diverso tempo, o ben sponsorizzate. In un certo qual modo il marchio in questo caso diventa una forma di garanzia.

Ovviamente non perdete di vista quelle che in gergo turistico vengono
considerate strutture “neonate”. Come abbiamo avuto modo di anticipare nel
paragrafo precedente, un primo feedback della struttura alberghiera avviene
attraverso i social network e i siti web di riferimento. Ricordate sempre,
infine, che l’hotel deve avere una posizione strategica rispetto a quelle
che sono le mete che volete visitare all’interno della città scelta.

FacebookTwitterGoogle+Share